Profilo tumblr Profilo flickr Profilo bloglovin Profilo Pinterest Profilo Google + Canale Youtube Profilo twitter Profilo Facebook

Prova trucco sposa: quanto costa e perchè pagarla

Pubblicato il: 8 giugno 2017 | Commenti 0

prova trucco sposa

Il matrimonio è un giorno importante nella vita di ogni donna, che per giusta ragione vuole apparire al meglio, sia per assicurarsi il plauso di futuro marito e invitati, sia per conservare tramite le foto un bellissimo ricordo di quella giornata.

Per questo ed altri motivi, la sposa sceglie in genere di affidarsi ad un team di professionisti per tutte quelle attività che non sa o non si sente di svolgere da sola. Tra queste, il tanto chiacchierato trucco sposa.

Come scegliere il make up artist giusto per il proprio trucco sposa?

Affidarsi ad uno specialista del make up perché realizzi il trucco di quel grande giorno è un vero e proprio atto di fiducia. Ci si affida infatti al consiglio e all’esperienza di una terza persona, affinché interpreti i nostri gusti e desideri e li adatti alla morfologia del volto e allo stile della cerimonia.

Scegliere il make up artist giusto per il trucco sposa non è un’impresa facile. Uno dei modi migliori per valutarlo è certamente la prova trucco: si tratta di una seduta di consulenza che il truccatore dedica alla futura sposa per conoscere tutti i dettagli utili alla realizzazione di un make up “di prova” che possa darle un’idea di quello che sarà poi il risultato il giorno delle nozze.

Come valutare un make up artist dalla prova trucco?

Un buon truccatore vi accoglierà in un luogo pulito e ordinato, con una postazione trucco professionale, vi farà tante domande sulla cerimonia, lo stile, sulla vostra routine e le vostre preferenze. Un truccatore professionista non vi imporrà il suo stile, vi accompagnerà nella scelta di un make up che si adatti ai vostri lineamenti e sia adatto alla cerimonia, congruo alle vostre preferenze.
Cercate di arrivare alla prova con le idee chiare, non abbiate timore nel dire che non vi piace, non chiedete di esser truccate metà volto in un modo e metà in un altro, perché non riuscireste a cogliere le differenze nella maniera corretta; piuttosto, chiedete che il make up sia modificato e cercate di terminare la prova con soddisfazione. Non ha senso farne tante, ne basta una, fatta come si deve.
Se siete indecise, portate con voi una o più persone il cui giudizio sia determinante.
Indossate il trucco tutto il giorno (assicuratevi prima che il truccatore non sia di quelli che dopo la prova vi struccano) e valutatene la resa con coscienza e cognizione di causa.

La prova trucco va pagata? E quanto?

Il giorno della prova trucco vengono dedicate diverse ore alla sposa, vengono messe in gioco le competenze del make up artist e viene realizzato uno o più make up, prima di giungere a quello definitivo. Sono ore di lavoro (da un minimo di due ad un massimo di quattro) che il make up artist dedica, da professionista, alla sua cliente. Viene dunque da sè perché la prova trucco vada effettivamente pagata. Il suo costo dovrebbe corrispondere a circa un terzo del cachet richiesto dal truccatore per quel giorno. Per un totale sicuramente più alto, in proporzione, di quanto lo stesso truccatore chiede per la realizzazione di un trucco per un evento qualsiasi, in quanto appunto, viene dedicata alla cliente una consulenza approfondita e due giornate lavorative totali.

Non buttatevi nella mischia, non fate 10 prove con 10 truccatori diversi. Non avrebbe senso. Dedicate invece del tempo alla scelta del make up artist giusto per il trucco sposa: valutate preventivamente il suo curriculum, il suo portfolio, le opinioni che vengono date di lui in rete e non in ultimo abbiate cura di conoscere il suo cachet per capire se è alla vostra portata. Una volta ristretta così la cerchia, guardate le foto di altre spose che ha truccato e se non le trovate, contattate il make up artist per farvele mandare, per capire se il suo stile si avvicina al vostro. Solo così, il giorno della prova darà i suoi frutti e uscirete soddisfatte.

buzzoole code