Profilo tumblr Profilo flickr Profilo bloglovin Profilo Pinterest Profilo Google + Canale Youtube Profilo twitter Profilo Facebook

A Carnevale … ogni trucco vale!

Pubblicato il: 3 marzo 2011 | Commenti 1

tlgirl

T. De Lempicka – Giovane donna con guanti (1929)

Il Carnevale sta per arrivare, avete già pensato a come festeggiarlo?

Un suggerimento potrebbe essere quello di organizzare una festa a tema….perché non fare un salto negli anni ’20?

Per immergerci completamente nei “Roaring Twenties” (letteralmente Anni Ruggenti), oltre all’abbigliamento e all’atmosfera, occorre realizzare un make-up che rispecchi in pieno la moda del momento.

cleopatra-theda-bara-1917

Theda Bara in “Cleopatra”- 1917

L’immagine di quel periodo era quella di una donna succube rispetto al mondo maschilista, quindi quale modo migliore di rappresentarla se non dando un’espressione triste al viso?

Bene, negli anni ’20 le donne si truccavano prevalentemente di nero; gli occhi erano evidenziati dal nero e gli veniva data un’inclinazione verso il basso, che conferiva un’idea quasi di sofferenza! Le sopracciglia erano tondeggianti e allungate verso il basso.

In più, per accentuare questa espressione, invece che nascondere le occhiaie come noi disperatamente cerchiamo di fare tutti i giorni loro le segnavano maggiormente!

A completare il tutto, la bocca: anche questa era scura ed era più piccola del normale.

Per riprodurre un perfetto trucco anni ’20, occorrono pochissimi prodotti: una matita nera, un ombretto nero opaco, un ombretto chiaro, un rossetto scuro, una matita per sopracciglia.

.

L’espressione triste verrà fuori semplicemente: s’inizia applicando una bella riga spessa di matita nera e prolungandola verso il basso; poi si continua applicando l’ombretto nero, che sfumeremo verso l’esterno seguendo l’inclinazione della riga fatta in precedenza. Il centro della palpebra lo lasceremo più chiaro, e applicheremo un ombretto neutro come un beige-grigio, sempre rigorosamente opaco!

Anche sulla palpebra inferiore applichiamo una riga di matita e l’ombretto, seguendo sempre la stessa inclinazione.

Le sopracciglia vanno semplicemente arrotondate e prolungate.

E’ un procedimento poco laborioso.

Se applicherete poco trucco il risultato sarà un make-up più leggero e moderatamente triste; se invece volete diventare mooolto tristi, basterà applicare e sfumare più ombretto verso il basso!

Ora passiamo al trucco della bocca: disegneremo il contorno mantenendoci all’interno dei bordi naturali, scegliendo una matita scura, magari proprio nera, e poi sfumandola con un rossetto rosso scuro.

Per coprire i bordi della bocca potrete usare il vostro solito fondotinta.

E per finire….assolutamente niente blush! Anzi, in quel periodo le donne avevano un colorito molto chiaro, spento…si potrebbe quindi ultimare il nostro trucco anni ’20 creando delle ombreggiature sotto gli zigomi, per dare l’idea di un viso più magro, quasi sciupato; e per farlo si può usare lo stesso ombretto neutro che abbiamo applicato al centro della palpebra!

anteprima-piccola-trucco-carnevale-arianna

Interpretazione in chiave più moderna

.

Il risultato sarà un aspetto decisamente malinconico, perfettamente anni ’20!

Come vedete, bastano pochi semplici passi per tuffarci all’inizio del secolo scorso e trascorrere Carnevale vintage!

.

Buon make-up a tutte!

  • Anita

    Complimenti per l’articolo!!! E’ un’idea geniale..
    non vedo l’ora di essere sua cavia! 😀
    sua fan!

buzzoole code